Approccio sistemico-relazionale simbolico-esperienziale

Approccio sistemico-relazionale simbolico-esperienziale

La cornice teorica sistemico-relazionale simbolico-esperienziale consiste in un approccio costruzionista che trae ispirazione dalla teoria dei sistemi e che considera la relazione come unità di base dei processi umani e, quindi, focus principale per l’osservazione e l’intervento clinico. Contemporaneamente, l’approccio si definisce “simbolico”, poiché include ed utilizza la dimensione dell’inconscio ed “esperienziale” poiché incentiva l’apprendimento attraverso l’esperienza.

In generale, i sintomi emotivi vengono letti ed analizzati come funzione per il raggiungimento dell’adattamento all’interno dei sistemi in cui l’individuo è inserito. In questo senso, particolare attenzione viene attribuita alle dinamiche emozionali, ai concetti di separazione/individuazione, agli affetti, ai modelli operativi interni, ai giochi relazionali e collusivi.

Secondo questa teoria, inoltre, il comportamento degli individui e le relazioni in cui essi sono implicati presentano delle regolarità che si definiscono ridondanze pragmatiche, poiché ogni sistema si organizza secondo proprie regole di funzionamento. In quest’ottica allora, il sintomo diviene funzione dell’intero sistema  e non più prodotto di un disagio personale, mentre risulta importante rendere esplicite le norme di comportamento interiorizzate e attribuire al sintomo il proprio significato evolutivo.

Tale approccio è ispirato al paradigma della complessità e trova le sue applicazioni nel campo della psicoterapia individuale, di coppia e della famiglia.

Disturbi Sessuali

Disturbi dell'Umore

Disturbi d'Ansia e Attacchi di Panico

Problematiche di Coppia

Consulenze in Sessuologia

Stalking e Violenza Coniugale